Cos’è la Brand Identity? Un Logo?

Nov 19, 2021 | Brand identity, News

Mi capita a volte di confrontarmi con persone che confondono il logo con la Brand Identity. Non è così sbagliato, ma non è nemmeno del tutto esatto…

Il logo è un elemento fondamentale per costruire la riconoscibilità di un marchio, ma è solo una parte dell’identità aziendale.

C’è un FUORI ma ancor prima c’è un DENTRO quando si parla di Brand Identity:

la personalità del business, la mission, i valori perseguiti, la promessa verso i propri clienti di ciò che il prodotto/servizio sarà per loro è il cuore dell’azienda che deve essere veicolato dal logo e dagli altri fattori distintivi di un marchio in modo chiaro e facilmente riconoscibile.

I componenti in gioco sono prevalentemente fisici (logo, design, colori, font che ritroviamo su carta intestata, insegne, pagine web, advertising…), ma possono essere anche di tipo sonoro, olfattivo, tattile e gustativo. 

Accanto a questi aspetti più “oggettivi” hanno un ruolo fondamentale le relazioni costruite nel tempo tra brand e consumatori, ossia quelle associazioni (sensazioni, sentimenti, aspettative, sogni, ambizioni…) che il consumatore attiva alla vista del marchio quasi in modo automatico, e che sono frutto di attività di comunicazione volte a coinvolgere il proprio target ispirando precise emozioni.   

Costruire una Brand Identity e mantenerla sana nel tempo è fondamentale per chiunque voglia distinguersi nel mercato: se il contenuto è concreto e la comunicazione è corretta, ne consegue inevitabilmente un importante valore riconosciuto anche in termini economici. 

Ricordiamo questi tre semplici concetti chiave:

  • contenuto concreto
  • comunicazione corretta
  • valore economico

Ma come deve essere una Brand Identity per creare valore? 

  • vera
  • riconoscibile 
  • coerente e credibile

Non c’è cosa peggiore del non mantenere una promessa: vi sarà sicuramente capitato di entrare in un locale con determinate aspettative alimentate da messaggi pubblicitari o da un’atmosfera accattivante per poi restarne invece delusi. Siete tornati? Ne avete parlato in modo positivo?

Ecco perché essere innanzitutto VERI.

Chissà quanti ottimi prodotti esistono in commercio, il pensiero inevitabilmente mi porta alla mia passione per i vini: ma come è possibile conoscerli e distinguerli nella massa se non mi comunicano chiaramente il loro plus, il loro valore unico e distintivo…

Ecco perché essere RICONOSCIBILI.

Ed infine, come posso dare la mia fiducia ad un brand che mi ha promesso assistenza 24h/24 quando poi ho dovuto rivolgermi a terzi per risolvere il mio problema. Mi hanno ricontattata proponendomi sconti e facilitazioni, ma perché mai dovrei fidarmi nuovamente?

Ecco perché essere COERENTI e CREDIBILI.

“Rivoluzione BIO”: moda o tendenza destinata a durare nel tempo?

Per il 2022 avevo augurato a tutti un anno all’insegna della genuinità in tutte le sue sfaccettature. Come è andato questo primo “quasi” mese? Partiamo dal concreto: se vi chiedessi di pensare al concetto di genuinità, quale sarebbe il vostro primo pensiero?...

Tempo, competenze e budget: i tre grandi nemici della Comunicazione.

Come dico sempre a tutti, dobbiamo comunicare per crescere: così anche io mi sono fermata per fare un “refresh” e reimpostare la mia comunicazione. Mi sono guardata intorno partendo da alcune semplici domande: il mercato cosa chiede? cosa serve all’imprenditore? quali...

Call-to-action e personalizzazione: così Bauli rinforza la sua community per Natale.

Con lo storico jingle “A Natale puoi” quest’anno Bauli coinvolge il grande pubblico rendendolo il vero protagonista dello spot TV in onda dal prossimo 5 dicembre, un appuntamento fisso ormai con tutti noi! Ho ragione di credere che l’iniziativa stavolta avrà un...

Come può un brand creare valore?

Sempre più spesso parliamo dell’importanza del valore aziendale, quel valore percepito dal pubblico che è elemento chiave non solo per decidere di acquistare ma soprattutto per scegliere un brand al posto di un altro, a volte anche a caro prezzo. La moda ed il design...

CHI È IL TEMPORARY MANAGER? COSA FA? QUANTO COSTA?

Ok, ci siamo: finalmente il mio sito è online e il mio blog operativo. Ma come rompere il ghiaccio?  Il confronto stamattina con Roberto (Uovadigallo.it) è stato illuminante: “spiega chi è e cosa fa un tempory manager – mi dice al telefono - non tutti lo sanno…”. Ed è...